fbpx

Di poche ore fa, la proposta presentata dalla Commissione Europea in termini di Recovery Fund, il fondo europeo per la ripresa degli Stati fortemente abbattuti economicamente dall’emergenza Coronavirus. “Ottimo segnale da Bruxelles – commenta Giuseppe Conte – va proprio nella direzione indicata dall’Italia“.

Recovery Fund: il piano Von der Leyen “salva Europa”

Si sblocca la situazion,e a livello europeo, per quanto riguarda i fondi che l’Ue ha deciso di stanziare, sotto forma di aiuti o prestiti, ai Paesi membri, fortemente colpiti dall’emergenza sanitaria.

Ammonterebbe a 750 miliardi il Recovery Fund proposto dalla Commissione Europea, un totale che l’Ue si propone di elargire agli Stati, come nuovo strumento di ripartenza economica, che possa coinvolgere tutti.

172,7 miliardi all’Italia tra prestiti e sovvenzioni

Si va dai Paesi più colpiti, come l’Italia, a fondi meno cospicui per Francia e Germania. Dei 750 miliardi messi sul piatto dall’Ue, 500 filtrerebbero come sovvenzioni, mentre i restanti 250 miliardi verrebbero elargiti come prestito. Secondo quanto proferito a riguardo da Reuters, l’Italia stessa in qualità di Paese drammaticamente tra i più colpiti dall’emergenza, sarebbe il Paese membro che più riceverebbe aiuti economici.

Si tratterebbe, nella fattispecie, di circa 172,7 miliardi di euro, che arriverebbero al Bel Paese:. Di questi, 81, 807 miliardi versati come aiuti e i restanti 90,938 miliardi come prestiti, da estinguere in un lasso di tempo compreso fra il 2028 e il 2058, post bilancio, comune previsto nel 2027.

Giuseppe Conte: “Una cifra adeguata

Di queste ore il commento a riguardo, da parte di Giuseppe Conte, presidente del Consiglio: “Siamo stati descritti come visionari perché ci abbiamo creduto dall’inizio.

500 mld a fondo perduto e 250 di prestiti sono una cifra adeguata. Ora acceleriamo sul negoziato e liberiamo presto le risorse“. “La Commissione propone un Fondo di Recovery da 750 miliardi, che si aggiunge agli strumenti comuni già varati. Una svolta europea, per fronteggiare una crisi senza precedenti“, scrive sempre su Twitter Paolo Gentiloni, Commissario europeo per l’economia. Dello stesso tono le dichiarazioni, via social, di Matteo Renzi: “Molto bene la proposta della Commissione Europea sul Recovery Fund. Unione Europea batte populisti 750 (miliardi) a zero“.

Von der Leyen: “Prendiamo una strada forte insieme

A seguire l’Italia, la Spagna, che sembra essere destinataria di 140,4 miliardi di euro di aiuti europei, cui 77,3 miliardi come aiuto e la restante parte come prestito. Anche per Francia e Germania sono previsti fondi. 38,7 miliardi di euro per la Francia; 28,8 miliardi alla Germania e si tratterebbe, in ambedue i casi, di soldi a fondo perduto. “Un’economia in difficoltà da una parte indebolisce una forte dall’altra – le parole della Von der Leyen in Commissione, dopo la presentazione del Recovery Fund – Divergenze e disparità aumentano e abbiamo solo due scelte: o andiamo da soli, lasciando Paesi e regioni indietro, o prendiamo la strada insieme.

Per me la scelta è semplice, voglio che prendiamo una strada forte insieme“.

Riscopriamo il potere che deriva dall’idea di un’Europa comune – sempre la Von der Leyen su Twitter – Con #NextGenerationEU ora possiamo gettare le basi per un’Unione neutrale dal punto di vista climatico, digitale e più forte che mai“.

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :