fbpx

Il clima politico in Italia, a causa dell’emergenza Coronavirus e delle enormi difficoltà economiche che ha comportato, è arrivato ad un livello di tensione preoccupante. Solo nei giorni scorsi, si è avuta notizia di più d’un alto membro del Governo costretto a girare con la scorta. Si è appreso del viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ora invece del Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina.

Minacce e insulti sessisti alla Ministra

Gravi insulti a sfondo sessista e minacce per il concorso per i docenti precari, che in questi giorni sta alimentando il dibattito politico e scaldando gli animi dei diretti interessati.

Sarebbero questi i motivi, riportano le fonti, per cui la Ministra Lucia Azzolina è stata messa sotto scorta. Da 4 giorni sarebbe scortata infatti dalla Guardia di Finanza.

A confermarlo, riporta Adnkronos, sarebbe stata la senatrice Bianca Laura Granato, anche parte della VII Commissione Istruzione in Senato. All’agenzia, ha avvalorato l’esistenza di insulti e minacce. Ma ha anche aggiunto che “Hanno tentato di hackerarle il profilo Facebook e il conto corrente“. La stessa fonte riporta che a minacciarla sui social sarebbero stati anche docenti, e tra di loro un dirigente scolastico e un altro insegnante, denunciato dalla Azzolina stessa.

Solidarietà dai colleghi

Proprio come accaduto per Pierpaolo Sileri, il viceministro della Salute, per la Azzolina sono arrivati subito messaggi di supporto e vicinanza. Tra loro proprio lo stesso Sileri, che su Twitter ha scritto: “Tutta la mia solidarietà e il mio sostegno alla ministra e collega – per poi aggiungere – Noi non siamo il Paese dell’odio, ma rischiamo di diventarlo se lo lasciamo vincere“.

Toni simili per il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che da Facebook dedica un lungo pensiero a riguardo: “Bisogna abbassare i toni e la politica, per prima, deve dare il buon esempio. Ognuno è giusto che esprima le proprie idee, il confronto è sempre sano e democratico, ma trovo inqualificabili gli insulti sessisti che sono stati rivolti, nelle ultime settimane, alla ministra Azzolina“. Per l’ex leader politico del M5S, “C’è un rischio esasperazione e tensione sociale, che può sfociare nel Paese.

Il mio è un appello a tutte le forze politiche: la gente non vuole polemiche, ma fatti“.

Sotto scorta anche Attilio Fontana

Oltre a Sileri e alla Azzolina, risulta sotto scorta anche Attilio Fontana, il Presidente della Regione Lombardia. Al centro di numerose polemiche per il suo operato durante l’emergenza Covid-19 nella Regione, la più colpita in Italia, Fontana è stato bersaglio di insulti, minacce e scritte sui muri. Per questo motivo, la Prefettura di Varese avrebbe deciso di metterlo sotto scorta, riportano le fonti.

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :