fbpx
Loading...

Notizie Libere 24

Le notizie piu interessanti del momento

A 12 anni è insegnante in una scuola costruita da lui e da sua nonna

Al mondo ci sono dei bambini che sono fatti di una pasta speciale, che hanno un’anima meravigliosa e un’incredibile tendenza ad aiutare gli altri

Leonardo Nicanor Quinteros è sicuramente uno di questi e la sua storia lo dimostra e permette al mondo di conoscere, almeno solo un pochino, il suo gigantesco cuore. Perché a soli 12 anni è insegnante di una scuola, costruita da lui e da sua nonna.

Loading...

L’obiettivo della scuola è quello di permettere ai bambini appartenenti a famiglie poverissime un’istruzione adeguata.

A 12 anni è insegnante in una scuola: la doppia vita di Nico

Il diritto allo studio dovrebbe essere garantito a tutti i bambini del mondo. Purtroppo, si tratta solo di belle parole e nient’altro, perché nella realtà dei fatti non è così.

Loading...

In alcune zone del mondo esistono famiglie talmente povere, che non possono mandare i propri figli a scuola. Uno di questi posti è la città di Pocito, in Argentina.

La nostra storia inizia proprio qui, nell’umile quartiere di Las Piedritas, vicino a San Juan. Qui abita un ragazzino meraviglioso che, a soli 12 anni, si è incaricato di garantire il diritto allo studio ai bambini più poveri che gli abitano vicino.

Si chiama Leonardo Nicanor Quinteros, ma per gli amici è solo Nico. Insieme alla sua nonna Ramona, ha fondato una scuola chiamata “Unità e Patria”, che ha l’obiettivo di fornire supporto educativo ai bambini poveri della zona.

Loading...

Come tanti bambini, Nico va a scuola ogni mattina, ma nel pomeriggio si toglie gli abiti da studente, per indossare quelli da insegnante della scuola materna ed elementare.

Nella scuola da lui fondata e improvvisata in una caserma, insegna a 36 studenti. Ogni giorno è impegnato in almeno 6 corsi diversi e, anche se parenti e amici lo aiutano ben volentieri, il carico di lavoro che poggia sulle sue spalle è veramente gravoso.

Una scuola tutta particolare

L’unione fa la forza e tutti insieme, grazie ala voce che è girata, sono riusciti ad ottenere una lavagna, libri di testo e un kit di pronto soccorso.

Ma che scuola sarebbe se non ci fosse una campanella che segnala l’inizio della lezione? Tutto è iniziato nel cortile della casa di sua nonna Ramona, che oggi è la Preside della scuola “Unità e Patria”.

La cosa incredibile è che gli studenti di Nico non sono solo bambini, ma anche adulti, desiderosi di imparare a leggere e a scrivere.

I bambini, inoltre, presso la scuola di Nico trovano sempre una tazza di latte caldo che li aspetta per merenda. Nonna Ramona si fa in 4 per mettere qualcosa in pancia a quei bambini che, oltre a non poter andare a scuola, molto spesso non sanno neanche cosa poter mangiare.

Loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *