fbpx
Loading...

Notizie Libere 24

Le notizie piu interessanti del momento

Neonata “incinta” del suo gemello: operata di cesareo a 24h dalla nascita

La storia arriva dalla Colombia: una madre ha partorito la figlia, ma il giorno dopo la stessa ha dovuto subire un cesareo. La neonata era incinta” di un gemello parassita che le è stato poi rimosso.

Operata di cesareo 24h dopo la nascita

La vicenda risale a marzo 2019, ma numerosi quotidiani internazionali come The Sun la stanno rilanciando. È successo nella città colombiana di Barranquilla e la protagonista è una madre, Mónica Vega e la sua piccola Itzmara.
La donna era incinta di 37 settimane, quando una risonanza ha mostrato che c’era qualcosa che non andava. Risultavano infatti due cordoni ombelicali, ma non era incinta di 2 gemelli.

Loading...

Il primo cordone era connesso alla madre, mentre il secondo univa la bambina con una strana massa.
I medici hanno capito di cosa poteva trattarsi e allora scelto di far nascere prematuramente la bambina con un parto cesareo. 24h dopo, però, è stata la stessa piccola Itzmara a subire un cesareo.

Era “incinta” di un gemello parassita

Il Dr. Miguel Parra ha infatti capito che quello cui era collegata la neonata tramite cordone ombelicale, poteva essere un gemello parassita. Una condizione molto rara, ma conosciuta ai medici.
Il fetus in fetu è un’anomalia per cui durante lo sviluppo embrionale un feto cresce solo parzialmente all’interno del corpo di un altro.

Loading...

Tale “gemello parassita” tuttavia può ancora alimentarsi e crescere: in alcuni casi sono arrivati a misurare decine di centimetri e ad avere denti, capelli e altre parti del corpo formate. Nel caso colombiano, il feto non aveva cuore né cervello, ma stava comunque crescendo dentro la piccola. Per questo motivo, i medici hanno deciso di operarla immediatamente.

Intervento riuscito

Nei casi di fetus in fetu, è fondamentale operare perché il gemello parassita può crescere e in una bambina così piccola rischiava di danneggiare gravemente gli organi vitali.

Da qui la decisione di operarla di cesareo dopo 24h dalla nascita, ma da quanto hanno riportato i media esteri l’intervento è perfettamente riuscito. La ripresa in casi come questi può essere completa, quindi la piccola Itzmara avrà di fronte a sé una vita normale e una cicatrice da cesareo molto, molto prematura.

Loading...
Loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *