fbpx

Notizie Libere 24

Le notizie piu interessanti del momento

Lei non può camminare, lui ha perso la vista: insieme scalano le montagne

Lei è affetta da spina bifida, lui è cieco a causa di un glaucoma, ma per Melanie Knecht, 29 anni, e Trevor Hahn, 42, questo non ha rappresentato un problema. Insieme riescono a esplorare i luoghi più inaccessibili del Colorado, aiutandosi in maniera complementare: “Sembrava semplicemente una cosa sensata – ha raccontato Melanie a Good Morning America – Lui ha le gambe, io gli occhi… boom! Insieme siamo il dream team”.

loading...

Sinergia vincente

I due si sono conosciuti durante alcune attività sportive, dedicate a persone diversamente abili. Mai come nel loro caso questa definizione risulta corretta, perché fin da subito hanno capito che l’amore per la vita all’aria aperta e i paesaggi incontaminati poteva consentirgli di raggiungere grandi traguardi.

Da qui è nata l’idea di fare escursioni nelle zone più belle del Colorado, con Melanie, che non può camminare da quando è nata, portata in spalla da Trevor: “Descrivo tutto ciò che vedo in modo che Trevor sappia esattamente come muoversi”, ha spiegato la ragazza.

Una tecnica efficace

La tecnica sembra funzionare particolarmente bene, consentendo alla coppia di evitare gli ostacoli posti su sentieri anche molto difficili. Trevor, del resto, era abituato a queste sfide, perché si occupava di arrampicate in montagna fin da piccolo.

Dopo aver perso la vista, non ha mai abbandonato del tutto la sua passione, continuando a fare trekking con l’aiuto di altre persone. L’incontro con Melanie gli ha però donato nuovi stimoli e a chi chiede quale sia il loro segreto, l’uomo risponde con disarmante semplicità: “Andiamo piano e facciamo tante pause, ma è tutto ciò di cui abbiamo bisogno”.

L’obiettivo potrebbe essere il monte Elbert

Il loro prossimo obiettivo dichiarato è quello di scalare un 4mila, magari anche il monte Elbert, che con i suoi 4401 metri è il picco più alto del Colorado. Il traguardo più bello, però, rimane la consapevolezza di aver abbattuto tante barriere: “Sono stata su una sedia a rotelle per tutta la mia vita – ammette Melanie – è una sensazione straordinaria avere dietro alle spalle chilometri di strada.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *