fbpx
Loading...

Notizie Libere 24

Le notizie piu interessanti del momento

Due 16enni torturano e uccidono un’amica perché “troppo attraente”

La polizia ha arrestato due ragazze di 16 anni, sospettate di aver ucciso brutalmente una loro coetanea. Il teatro del brutale omicidio è la cittadina russa di Arkhangelsk. La notizia, riportata dal Mirror e da svariati altri media britannici, ha fatto il giro del mondo per la sua crudezza. Stando a quanto emerso finora, le due ragazze avrebbero attirato con l’inganno la vittima prescelta, per poitorturarla, sfregiarla e strangolarla. A quanto sappiamo, le tre erano amiche da tempo ed ex compagne di classe a scuola. Il presunto movente, saltato fuori dall’interrogatorio, sarebbe la bellezza della vittima. Un investigatore, riporta il Mirror, avrebbe rivelato che “secondo le due ragazze, la vittima pensava di essere più bella delle altre. Si vantava di ciò, era arrogante. Loro non sopportavano più quell’atteggiamento”.

Il brutale omicidio e l’agghiacciante movente

La polizia ha trovato il corpo sfigurato della 17enne Viktoria “Vika” Averina in un edificio abbandonato. Vista la brutalità dell’esecuzione, gli agenti hanno pensato inizialmente ad un maniaco sessuale. Ma la pista delle compagne di scuola ha preso presto il sopravvento. All’interrogatorio le presunte assassine avrebbero ammesso di aver attirato l’amica con l’inganno per porre fine ai suoi soprusi. Ci bullizzava, era arrogante per quel suo viso luminoso e attraente”, avrebbero dichiarato. Così, hanno deciso di distruggere la sua bellezza e di punirla nel peggiore dei modi. Stando alla ricostruzione della polizia, le avrebbero spaccato una bottiglia sulla testa e poi sfregiato il viso con i vetri rotti. Infine, dopo le torture, avrebbero strangolato a morte l’amica.

Se condannate, le sospettate rischiano 15 anni di carcere

Loading...

L’ultimo messaggio Vika l’avrebbe inviato ad un amico per chiedergli di ricaricare il suo cellulare. Voleva chiamare la madre. Probabilmente era già in compagnia delle presunte assassine quando l’ha inviato. Le due sospettate, se dichiarate colpevoli, rischiano fino a 15 anni di carcere. Si è scoperto inoltre che le tre ragazze erano state compagne di classe per un certo periodo. Poi Vika aveva lasciato la scuola per iniziare un corso per diventare chef. Gli investigatori, riporta ancora il Mirror, hanno fatto inoltre sapere che tutte e tre provengono da famiglie socialmente normali”. Il Daily Mail ha aggiunto poi la testimonianza di un’altra amica, rilasciata ai media locali. “Vika era una bellissima ragazza, ma non avrei mai pensato che questa diventasse una ragione per ucciderla”.

Loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *