Notizie Libere 24

Le notizie piu interessanti del momento

Ecco la storia dell’uomo che ha deciso di donare miliardi di dollari per i poveri

Ecco la storia dell’uomo che ha deciso di donare miliardi di dollari per i poveri

loading...

Il suo nome è George Soros ed è uno dei principali filantropi del mondo. Ha donato oltre 32 miliardi di dollari della sua fortuna personale per finanziare il lavoro delle Open Society Foundations in tutto il mondo. È anche il fondatore e il principale finanziatore dell’Università Centrale Europea di Budapest, un importante centro regionale per lo studio delle scienze sociali.

Sotto la sua guida, le Open Society Foundations hanno sostenuto individui e organizzazioni di tutto il mondo che lottano per la libertà di espressione, il governo responsabile e le società che promuovono la giustizia e l’uguaglianza. Le fondazioni hanno anche fornito tasse scolastiche e universitarie a migliaia di studenti promettenti che altrimenti sarebbero stati esclusi dalle opportunità a causa della loro identità o del luogo in cui vivono.

Questa donazione si è spesso concentrata su coloro che affrontano la discriminazione puramente per quello che sono. Ha sostenuto gruppi che rappresentano i Rom europei, e altri spinti ai margini della società tradizionale, come i tossicodipendenti, le prostitute e le persone LGBTI.

Soros ha provato in prima persona tale intolleranza. Nato in Ungheria nel 1930, ha vissuto l’occupazione nazista del 1944-1945, provocando l’uccisione di oltre 500.000 ebrei ungheresi. La sua stessa famiglia ebrea sopravvisse assicurandosi documenti falsi, nascondendo il loro background e aiutando gli altri a fare lo stesso. Soros in seguito ha ricordato che “invece di sottometterci al nostro destino, abbiamo resistito a una forza malvagia che era molto più forte di noi – eppure abbiamo prevalso. Non solo siamo sopravvissuti, ma siamo riusciti ad aiutare gli altri “.

Nel 1970, ha lanciato il suo hedge fund, Soros Fund Management, e ha continuato a diventare uno degli investitori di maggior successo nella storia degli Stati Uniti.

Soros ha usato la sua fortuna per creare le Open Society Foundations, una rete di fondazioni, partner e progetti in oltre 100 paesi. Il loro nome e il loro lavoro riflettono l’influenza sul pensiero di Soros della filosofia di Karl Popper, che Soros incontrò per la prima volta alla London School of Economics. Nel suo libro  Open Society and Its Enemies , Popper sostiene che nessuna filosofia o ideologia è l’arbitro finale della verità, e che le società possono prosperare solo quando consentono il controllo democratico, la libertà di espressione e il rispetto dei diritti individuali – un approccio al nucleo del lavoro delle Open Society Foundations.

Oggi, , Soros continua ad avere un attivo interesse personale nel lavoro delle Open Society Foundations, viaggiando ampiamente per sostenere il loro lavoro e sostenendo cambiamenti politici positivi con i leader mondiali sia pubblici che privati.

Nel 2017, le Open Society Foundations hanno annunciato che Soros aveva trasferito 18 miliardi di dollari della sua fortuna in una dotazione che avrebbe finanziato il futuro lavoro delle fondazioni, portando la sua donazione totale alle basi dal 1984 a oltre $ 30 miliardi.

Attraverso l’eredità filantropica di Soros, una cosa è rimasta costante: l’impegno a combattere i problemi più intrattabili del mondo. È stato conosciuto per sottolineare l’importanza di affrontare le cause perse. In effetti, molti dei problemi che Soros ha assunto – e che sarebbe il primo ad ammetterlo – sono i tipi di problemi per i quali una soluzione completa potrebbe non emergere mai.

“Il mio successo nei mercati finanziari mi ha dato un grado di indipendenza maggiore rispetto alla maggior parte degli altri”, ha scritto Soros. Quell’indipendenza gli ha permesso di forgiare il suo percorso verso un mondo più aperto, più giusto e più equo per tutti.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *