Notizie Libere 24

Le notizie piu interessanti del momento

STOP ALL’ABUSIVISMO…UNA CITTA’ HA INIZIATO CON MAXI-MULTE E SEQUESTRI CONTRO I FURBETTI DEL COMMERCIO

STOP ALL’ABUSIVISMO…UNA CITTA’ HA INIZIATO CON MAXI-MULTE E SEQUESTRI CONTRO I FURBETTI DEL COMMERCIO

Abusivi commerciali, venditori di merci contraffatte. L’Italia è piena, sopratutto le grandi città. In alcune come Roma è addirittura difficile camminare per le strade del centro senza essere molestati da venditori abusivi che propongono borse, magliette e altri accessori dei grandi marchi, ovviamente falsi.

loading...

Le nostre città ridotti a suq arabi dove si scambiano e comprano merci nei bazar impazziti. Luoghi sporchi ai margini della legalità e della decenza. E’ questo il problema dell’abusivismo che quando diventa un fenomeno inconstrastato si alimenta e si moltiplica perchè i venditori si sentono in piena regola di poter fare quello che vogliono. E poco importa se vendono oggetti anche potenzialmente pericolosi per la salute come profumi e creme senza certificati.

Non soltanto vestiti, ma anche cibi e bevande

Ma non è soltanto un problema di vendita di vestiti nelle vie dello shopping o vicino i monumenti, ma anche cibi e bevande. Panini, tramezzini, bottigliette d’acqua e via dicendo. Spesso le bottigliette è capitato di scoprire che erano state raccolte da terra e riempite nuovamente da fontane pubbliche. Norme igeniche e sanitarie indecenti che possono colpire seriamente la salute di tutti noi. Solo questa estate sono state decine le persone che a seguito dell’acquisto di cibi e bevande da venditori improvvisati si sono ritrovati al pronto soccorso con vari problemi e disturbi gastro-intestinali.

La stretta di Firenze: maxi-multe e sequestri a tappeto

Le città più colpite da questa piaga sono ovviamente le città turistiche. Roma, Napoli, Firenze, Venezia, Milano, Bologna le più grandi. Costrette a far fronte ad un fenomeno che non si riesce a placare.

La sventurata Roma, che proprio in questi giorni è definita dai giornali stranieri come la “capitale dell’immondizia”, è invasa da mercatini dell’abusivismo e quando le forze dell’ordine tentano di irrompere per bloccare le vendite si finisce in rissa. Scene da terzo mondo che invece avvengono nella capitale del Paese.

La scorsa settimana gli agenti del Reparto antidegrado hanno effettuato numerosi controlli in centro: 49 gli interventi con 900 articoli sequestrati di cui 153 nel solo fine settimana.Gli agenti hanno anche multato con la maxi sanzione da 5.000 euro, come previsto dalla legge regionale su commercio, un venditore italiano pizzicato in via dei Cerretani mentre vendeva bigiotteria. La merce è stata sequestrata.

Risultati che iniziano a scoraggiare i venditori abusivi. Una stretta necessaria per non lasciare la città in mano al degrado e all’inciviltà.

 

 

 

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *