fbpx
Loading...

Notizie Libere 24

Le notizie piu interessanti del momento

La Lega italiana si impegna a restituire i milioni mancanti, lentamente

La lega italiana martedì ha raggiunto un accordo con i pubblici ministeri a Genova che consentirebbe al partito di rimborsare milioni di euro in fondi ottenuti illegalmente nel corso di molti decenni.

Il partito del vice primo ministro e ministro degli interni Matteo Salvini ha dichiarato di aver contratto fraudolentemente 49 milioni di euro di spese elettorali nel 2008-2010. Fu guidato all’epoca da Umberto Bossi e il suo tesoriere fu Francesco Belsito.

Il procuratore Francesco Pinto ha dichiarato all’agenzia di stampa AGI che la Lega ha dichiarato che è “pronta a consegnare ai pm 100.000 euro ogni due mesi, ovvero 600.000 euro l’anno”.

Loading...

A quel ritmo lo stato recupererebbe il denaro che gli era dovuto un po ‘prima della fine di questo secolo.

Il quotidiano Repubblica ha suggerito che le cifre presentate potrebbero essere il minimo, tuttavia, e potrebbero aumentare a seconda dello stato delle finanze del partito.

Loading...

Le autorità italiane hanno autorizzato il congelamento dei fondi della Lega all’inizio di settembre dopo che Bossi e Belsito sono stati condannati per frode. Hanno entrambi fatto appello e i magistrati sono riusciti a recuperare solo 3 milioni di euro finora.

La notizia dell’accordo raggiunto martedì ha suscitato commenti acerbi da parte dell’opposizione.

“La Lega dei ladri ha deciso di restituire i soldi a condizioni agevolate, e il pagamento degli stessi richiederà circa il tempo necessario per espellere gli immigrati illegali – 80 anni”, ha twittato Elena Boschi del Partito Democratico di centro-sinistra.

Salvini, che ha assunto la direzione del partito alla fine del 2013 dopo una serie di scandali e l’ha respinto, insiste che non ha mai visto i 49 milioni di euro.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *